header image

La tecnologia di Noctis
al servizio dell’emergenza
Covid-19

Si è da subito chiamata Azzurra – per richiamare immediatamente il colore-simbolo nazionale indossato dalle formazioni sportive che rappresentano l’Italia nelle competizioni internazionali – la mascherina chirurgica Noctis. Con uno scatto di orgoglio, nata dalla consapevolezza di quanto fosse importante intervenire operativamente nel momento più difficile della pandemia da Covid-19 di questo imprevedibile 2020.

Nel segno dell’orgoglio
e della solidarietà…

…come racconta Piero Priori, presidente di Noctis, ha infatti avuto inizio questa nuova avventura aziendale.

“La scelta di ampliare la nostra produzione tessile in mascherine chirurgiche e camici sanitari è nata come gesto di solidarietà nei confronti di tutto il personale medico e infermieristico che lottava senza risparmiarsi nel momento di massima offensiva del virus con insufficiente disponibilità di dispositivi di protezione, richiesti anche all’estero, come del resto soffriva della stessa penuria di protezioni personali la gente comune. Ha giocato anche la volontà di preservare i posti di lavoro nell’azienda nella prospettiva di un futuro incerto per la nostra produzione corrente.

La mia idea è stata da subito accolta con grande entusiasmo dai miei figli e da tutti i dipendenti. Si è così costituita immediatamente una squadra operativa eccezionale, dal capo tagliatore Andrea a tutte le cucitrici – il cuore della nostra attività – che ci ha permesso di iniziare immediatamente la produzione. Ricordo che si è trattato e tuttora si tratta di un prodotto nato dalla nostra tecnologia, dalla nostra mano d’opera qualificata, dalla nostra esperienza e conoscenza dei tessuti di qualità reperiti dai nostri fornitori selezionati nel tempo, dunque di un prodotto made in Italy al cento per cento.

Oltre ad intessere rapporti con le istituzioni statali abbiamo intensificato i rapporti con la comunità locale per mettere subito a disposizione le nostre mascherine dando precedenza a situazioni di grande difficoltà.”

"

L’azienda è diventata nel tempo un bene sociale per il nostro territorio e questa responsabilità la sentiamo profondamente.

"

…abbiamo raggiunto la capacità produttiva

di 30mila pezzi al giorno…

Esperienza
Artigianalità
Passione

Non si è trattato solo di tagliare e cucire, ma di farlo a regola d’arte – più esattamente, rispettando precisi protocolli – come ci spiega Enrico Donati, responsabile dell’organizzazione aziendale Noctis.

“Passare dai rivestimenti utilizzati nei letti Noctis alla produzione della mascherine realizzate con materiali certificati è stato relativamente facile dal momento che l’azienda dispone della più innovativa tecnologia per la lavorazione di articoli tessili. Inizialmente abbiamo avviato un’analisi approfondita e rigorosa dei protocolli forniti dall’Istituto Superiore di Sanità per rispettare tutti i criteri di salvaguardia della salute nell’utilizzo del prodotto, e in poco tempo abbiamo raggiunto la capacità produttiva di 30mila pezzi al giorno. È stato un periodo molto difficile. Nel momento di grande emergenza c’era scarsa disponibilità delle materie prime. Ci ha aiutato ad acquisirle da subito la stima che avevano di noi i nostri fornitori che ci hanno dato la precedenza rispetto ad altre aziende richiedenti i tessuti da lavorare, in virtù del know how e della serietà commerciale di Noctis, testata in tanti anni di collaborazione.

La qualità delle nostre mascherine ha richiesto lunghi e complicati iter per l’ottenimento delle certificazioni di idoneità, che prevedono il rispetto di specifici protocolli di produzione e la verifica della loro efficacia tramite severe prove di laboratorio realizzate presso il Dipartimento di medicina del lavoro dell’Università di Bologna che ha certificato il rispetto delle norme necessarie per la loro commercializzazione.

Le certificazioni ottenute sono poi state sottoposte alla verifica dell’Istituto superiore di sanità che ha concesso l’autorizzazione alla commercializzazione. A completamento di questo iter abbiamo ottenuto la marcatura CE, provvedendo al deposito della documentazione presso il Ministero della salute. Le nostre mascherine di tipo IIR, la categoria più performante dal punto di vista della filtrazione batterica, sono utilizzabili anche in contesti ospedalieri.

Abbiamo anche lavorato in settori contigui alla produzione vera e propria, quali il rinvenimento dei materiali, la pianificazione dei trasporti, l’informazione sulle riviste di settore e la realizzazione dell’indirizzo dedicato n-mask@noctis.it con la descrizione dei requisiti tecnici dei dispositivi e la possibilità di richiesta online.”

Dopo un lungo periodo di grigio, guardando
il sorriso luminoso delle donne di Noctis soddisfatte del loro
lavoro, possiamo ben dichiarare:

Italians Do it Better!

Azzurra by Noctis

Azzurra by Noctis, mascherina di tipo IIR, la categoria più performante dal punto di vista della filtrazione batterica.
Dopo un lungo periodo di grigio, guardando il sorriso luminoso delle donne di Noctis soddisfatte del loro lavoro, possiamo ben dichiarare:

ITALIANS DO IT BETTER !